News

Le ultime notizie sul mondo dell'automobile

Allarme Acea: “In Europa continuano ad aumentare le emissioni di CO2”

Il segretario Jonnaert: 'Non cancelliamo diesel' è poco inquinante

L’aumento delle vendite dei modelli a benzina in Europa nel corso del 2018, come conseguenza del calo delle immatricolazioni di diesel, hanno provocato nel Continente una crescita delle emissioni di CO2 relative alle auto nuove del’1,6%, il secondo anno consecutivo dopo un periodo di riduzione della CO2.

Lo evidenziano i dati dell’Agenzia Europea dell’Ambiente (AEA) che sono stati pubblicati due giorni fa e che confermano – sottolinea in una sua nota l’ACEA, l’Associazione Costruttori Europei Autoveicoli – come il 2018 sia il secondo anno in cui le auto a benzina si collocano al vertice per tipologia di alimentazione più venduta, mentre le vendite di diesel hanno continuato a diminuire.

Anche i furgoni – per la prima volta dall’inizio delle rilevazioni – hanno registrato un aumento delle emissioni di CO2 (+ 1,3%). Lo scorso anno sono state immatricolate circa 8,5 milioni di auto a benzina rispetto ai 7,6 milioni del 2017. Nel 2018 sono stati registrate [...]

“Per raggiungere il target del 2021 di 95 g/km di CO2 nell’Unione Europea, occorre che la media delle emissioni si riduca ancora di 23,5 g/km, un’impresa impossibile senza il contributo delle auto nuove diesel, che producono meno CO2 delle auto a benzina, o senza un aumento esponenziale di auto elettriche, impensabile con l’attuale rete infrastrutturale di ricarica e senza un sostegno economico prolungato alla domanda, visto il mix del mercato”. È quanto afferma l’Anfia, in un comunicato sul mercato delle vetture ad alimentazione alternativa in Europa, sottolineando un fattore negativo nella lotta contro l’inquinamento atmosferico: “l’agenda anti-diesel”.

Diesel in calo, benzina in aumento. L’anno scorso le immatricolazioni nell’area Ue+Efta sono risultate invariate (-0,04% sul 2017) ma il mercato delle auto diesel ha assistito a un calo del 18% con una perdita di 1,24 milioni di unità e una quota scesa dal 44% al 36%. I Paesi che hanno registrato le perdite di volumi più consistenti sono Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Spagna, [...]

Auto diesel, calano le vendite e aumentano le emissioni di CO2

Un calo della quota di auto diesel immatricolate (passate dal 55,8% al 43,2% del totale) è corrisposto un aumento della CO2 media (da 112,8 a 121,5 g/km) delle nuove auto immatricolate benzina.

Nei primi mesi dell’anno sono calate le vendite di auto diesel euro 6 ma aumentano le emissioni di CO2. 
Oggi un’auto diesel Euro 6 emette il 95% in meno di NOx rispetto a una veccia Euro 0 e il 96% in meno di PM rispetto a un veicolo Euro 1. Stessi progressi sono stati compiuti nel trasporto pesante, dove un motore “Euro VI” presenta emissioni 8 volte inferiori rispetto a uno omologato “Euro III”. Nei primi due mesi del 2019, a un calo della quota di vetture diesel immatricolate, è corrisposto un aumento complessivo della CO2 media delle nuove auto vendute. Dati alla mano, oggi l’utilizzo del diesel di ultima generazione è fondamentale per raggiungere gli obiettivi di riduzione della CO2 previsti per il 2030, in modo socialmente ed economicamente sostenibile.
Sono queste le principali conclusioni dello studio di Unione Petrolifera “Lotta alle emissioni: diesel da assolvere”, il movimento di opinione sui temi [...]

Difesa del diesel, conferma del taglio delle accise

Secondo appuntamento degli Stati Generali della Mobilità: alla Fiera del Levante di Bari si è tenuto l’evento #MobilitàTour, organizzato da Federmotorizzazione

Secondo appuntamento degli Stati Generali della Mobilità: alla Fiera del Levante di Bari si è tenuto l’evento #MobilitàTour, organizzato da Federmotorizzazione, con l’obiettivo di far luce sul profondo cambiamento in atto in tema di automotive, partendo dall’annunciato futuro a emissioni zero e dalle restrizioni delle emissioni che tendono a escludere dal mercato i motori diesel.

Confermato il taglio delle accise. La prima notizia, arrivata dall’intervento del vicepremier e ministro degli Interni, Matteo Salvini, è la conferma dell’intenzione di tagliare le accise sui carburanti “a partire da quelle più anziane, perché il nostro impegno è quello di tagliarle invece di aggiungerne di nuove”.

Transizione lunga. I lavori, moderati dal giornalista e promotore di #FORUMAutoMotive, Pierluigi Bonora, sono iniziati con l’intervento di Simonpaolo Buongiardino, presidente di Federmotorizzazione, secondo il quale «non è l’elettrico la risposta più immediata, perché la transizione è inevitabile ma lunga, e per vincere la sfida bisogna prima di tutto lavorare sulle tecnologie esistenti. Senza dimenticare che la lotta al particolato si combatte anche con il [...]

Auto a gasolio: l’Unione petrolifera contro i pregiudizi

Al FORUMAutoMotive, uno studio di Unione Petrolifera certifica il contributo delle diesel di ultima generazione nella lotta alle emissioni.

PARADOSSO – In Italia, nei primi due mesi del 2019, con il calo delle vendite delle vetture a gasolio sono aumentate le emissioni di anidride carbonica: è una delle conclusioni dello studio dell’Unione petrolifera  “Lotta alle emissioni: diesel da assolvere”, illustrato oggi a Milano nel corso dell’evento promosso da #FORUMAutoMotive (vedi qui). Come ha spiegato il presidente Claudio Spinaci, nel primo bimestre, a un calo della quota di auto diesel immatricolate (passate dal 55,8% al 43,2% del totale) è corrisposto un aumento della CO2 media (da 112,8 a 121,5 g/km) delle nuove auto immatricolate.

QUALI NUMERI – Oggi un’auto con motore a gasolio Euro 6 emette il 95% in meno di NOx (ossidi di azoto) rispetto a una Euro 0. E il 96% in meno di particolato rispetto a un veicolo Euro 1. Gli stessi progressi sono stati compiuti nel trasporto pesante, dove un motore Euro VI” presenta emissioni otto volte inferiori rispetto a uno omologato “Euro III”. Dati alla mano, “l’utilizzo del diesel [...]

Auto con targa straniera, pene più dure e certe per i furbetti

Multe più salate e pena sino alla confisca del veicolo per i guidatori residenti in Italia che guidano auto con targa straniera

Importante stretta del Governo nei confronti degli automobilisti che utilizzano auto con targa straniera. Lo ha annunciato il Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli tramite il nuovo Decreto Sicurezza. ”Abbiamo inserito nel Decreto Sicurezza una norma che, con alcune deroghe, vieta, a chi risiede in Italia da oltre 60 giorni, di circolare sul territorio nazionale con veicoli a targa estera. Una misura per porre un freno al fenomeno della cosiddetta esterovestizione e bloccare chi, con l’escamotage della targa estera, fino a ieri eludeva il fisco, non pagava né bollo né assicurazione e di fatto anche eventuali multe“.

Ed ancora il Ministro Toninelli. “Grazie al Governo e alla volontà del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, i furbetti che fino a ieri utilizzavano in Italia auto immatricolate all’estero, pur risiedendo nel nostro Paese, non potranno più eludere tasse e controlli”.

Con questo decreto si vogliono punire anche gli italiani che comprano auto con targa straniera all’estero. Spesso, infatti, queste sono auto di lusso, dalla cavalleria importante, che eludono il superbollo. Oggetto del decreto sono anche gli irregolari che utilizzano auto [...]

“La velocità è pericolo”: Volvo scende in campo. E blocca a 180 orari tutte le sue auto

La casa che ha inventato le cinture e, di fatto, la sicurezza in macchina, lancia una nuova crociata sul tema dei limiti

“Vogliamo mettere in evidenza i pericoli legati all’eccesso di velocità”: così la Volvo annuncia una decisione storica per il mondo dell’auto. Ossia limitare a 180 km/h la velocità di tutte le vetture. Una rivoluzione, che sfata il mito più resistente e che da oggi fa da spartiacque sull’infinita diatriba sulla velocità.

Già perché mentre l’Italia discute di alzare il limite a 150 in autostrada e il consiglio Europeo per la sicurezza stradale dimostra con uno studio che in Europa se si abbasse la velocità media di 1 Km si avrebbero 2100 morti in meno ogni anno, arriva un costruttore di auto che si schiera con forza dalla parte di chi vuole mettere un freno al pedale del gas.

Il progetto rientra nella “strategia etica” di Volvo (l’hanno chiamata “Vision 2020”) che punta ad azzerare il numero di vittime o feriti gravi a seguito di incidente a bordo di una nuova Volvo entro il 2020, non a caso stessa data [...]

Il diesel si scatena: diventerà il motore più ecologico di tutti

Bosch rilancia una tecnologia che renderà i motori a gasolio più puliti di tutti. Già pronta per entrare in produzione

Incredibile diesel: quando tutti lo davano già per morto eccolo risorgere. Dopo gli i dati di ieri (il calo di vendite delle auto a gasolio ha fatto tornare a salire – per la prima volta dal 2010 – le emissioni di CO2, per l’incremento delle vendite dei modelli a benzina) ecco l’anteprima della Bosch che annuncia di aver sviluppato un nuovo sistema di gestione degli scarichi diesel che può ridurre le emissioni di gas smog ben al di sotto dei severi nuovi limiti stabiliti per l’Europa nel 2020.

Parliamo della Bosch, non di un inventore da strapazzo, né di una casa automobilistica: il colosso tedesco fattura 78 miliardi di euro l’anno, ha 402 mila dipendenti nel mondo e – soprattutto spende in ricerca e sviluppo 7,3 miliardi l’anno, quasi il 10 per cento del fatturato.

Sono quelli che hanno inventato praticamente tutto quello che fa muovere, frenare e stare in strada le nostre auto. E [...]

Blocco Auto Diesel 2019, Francia: rivalutate le Euro6D?

Il ministero francese punterebbe a riabilitare le auto Diesel in città, per salvare l’economia: Bollino viola anche per il gasolio

Prosegue il dibattito e si profilano nuovi cambi di regole, sul come le città europee debbano trattare auto con diverse motorizzazioni. Premesso che se abbiano le normative antinquinamento, Euro Fase6 attualmente, sarebbe giusto tener fede e correggere solo quelle, ogni nazione e ogni città fa un po’ a modo suo.

In Francia, dove a onor del vero l’industria auto è stata non solo tra le primissime ma anche tra le “migliori” nel gestire il controllo emissioni dei propri motori a gasolio, si profila una riabilitazione del motore diesel nelle auto, rispetto alla recente demonizzazione.

Bollino viola e aziende

Attualmente i francesi usano dei “bollini” numerati per assegnare i livelli di ecologia alle auto che devono, o non devono, transitare in certe zone (definite ZCR e ZCA). Sono sei e in pratica puntano, gradualmente, a eliminare dalle maggiori città tutte le auto inferiori a classe Euro6, escludendo però tutti i motori diesel, indipendentemente dalla classe emissioni. Un sistema come tradizione francese ben congeniato ed articolato, diverso da quello di [...]

I motori diesel sono destinati secondo molti a sparire dalla circolazione, ma intanto pare che i tedeschi non vogliano abbandonare una delle icone della loro storia industriale. In Germania la Volkswagen sta infatti assistendo a una crescita degli ordini per veicoli a gasolio, nonostante siano molte le città alle prese con frequenti blocchi della circolazione.

Premiate le nuove tecnologie. La Casa di Wolfsburg ha precisato come nel 2018 la quota di ordini raccolti per veicoli equipaggiati con la più recente tecnologia diesel si sia attestata al 43%, contro il 39% del 2017. La domanda è stata “particolarmente forte tra i clienti privati” con una percentuale quasi raddoppiata nel giro di un anno: dal 15% al 27%. “In Germania, il dibattito sui diesel vive di emozioni e spesso si allontana dai fatti. Date la sua alta efficienza e le sue prestazioni e alla luce dei cambiamenti climatici, il motore diesel rimarrà una tecnologia importante per gli anni [...]

Back to top